E. Iannone di Battipaglia e M. Ferrara di Sala Consilina sono stati condannati a quasi 13 anni di reclusione complessiva per aver compiuto un agguato contro un inquilino moroso. Secondo quanto riportato da La Città, le loro condanne riguardano accuse di concorso in estorsione, rapina e lesioni aggravate, nonché il porto abusivo di armi, inclusi coltello, roncola e bastone.

La Corte d’Appello di Salerno ha confermato le pesanti condanne inflitte loro in precedenza dal Tribunale di Vallo della Lucania. L’episodio risale al 25 gennaio 2021, quando la vittima, che ha scelto di non costituirsi parte civile, è stata aggredita da due individui armati di coltelli, tra cui M. Ferrara, e dalla proprietaria dell’appartamento in affitto, E. Iannone.

L’aggressione è stata documentata da Ferrara con il suo smartphone, registrando minacce e costrizioni dell’inquilino. Durante l’aggressione, la vittima è stata costretta a firmare documenti in bianco e le è stato rubato il portafogli insieme a gioielli.

Oltre alla condanna alla reclusione, entrambi sono stati multati: M. Ferrara con 2.400 euro e E. Iannone con 2.300 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *