Nel pomeriggio di ieri, nei pressi del fiume Calore a Serre, è stata effettuata una sconcertante scoperta da parte di alcuni giovani, i quali hanno rinvenuto tracce indicative di un possibile rito satanico. Questo macabro scenario ha generato preoccupazione tra i residenti della zona.

Quattro vasi in terracotta, disposti a formare una croce e contaminati da tracce di sangue, sono stati individuati sotto un albero dai ragazzi durante una passeggiata. All’interno di tali recipienti sono state rinvenute statue raffiguranti il diavolo, una donna e una madonnina, insieme a un rudimentale altare composto da una forca del diavolo, sopra la quale giaceva una collana simile a un rosario. In un altro vaso sono stati trovati un coltello e un rasoio presumibilmente utilizzati per sacrifici rituali.

Le autorità sono state informate della scoperta e hanno prontamente effettuato un intervento sul luogo per investigare sull’evento. Tutti i materiali trovati sono stati sequestrati per ulteriori analisi, incluso il sangue, al fine di determinarne l’origine, umana o animale. Si sospetta che si tratti di un rito legato alla magia nera, sebbene i dettagli specifici rimangano incerti.

L’aumento delle pratiche legate al satanismo in Italia destava già preoccupazione, con la presenza crescente di sette sataniche e un numero sempre maggiore di adepti, spesso reclutati tra i giovani in luoghi pubblici come bar, centri commerciali o incontri esoterici.

Le indagini proseguono mentre l’opinione pubblica rimane in allerta riguardo a queste oscure pratiche che si diffondono sempre di più nel territorio nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *