È giallo a Capaccio Paestum sul ritrovamento di resti ossei in riva al mare.
La macabra scoperta è stata fatta ieri mattina sulla spiaggia in località Licinella. Le onde del mare hanno restituito parte della tibia destra e un piede, appartenenti quasi sicuramente ad uomo. A far scattare l’allarme è stato un turista tedesco che mentre passeggiava sulla battigia con il proprio cane si è trovato dinanzi la singolare quanto inaspettata scena. Difficile al momento stabilire da quanto tempo i resti erano sulla spiaggia e soprattutto a quando risale il decesso dell’uomo. Saranno necessarie per averi ulteriori dettagli approfondite indagini e tutte le analisi del caso. Sul posto sono giunti immediatamente i carabinieri della stazione di Capaccio Scalo, sotto la direzione del luogotenente Giuseppe D’Agostino e della compagnia di Agropoli guidati dal capitano Giuseppe Colella. I militari hanno circoscritto e messo in sicurezza l’area dove sono stati ritrovati i resti per avviare le indagini. Il magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Salerno ha disposto il sequestro dei resti, sui quali saranno eseguiti gli esami di rito per cercare di risalire al Dna della vittima e confrontarlo con quello di eventuali persone scomparse o ricercate. Si partita da qui per cercare di identificare l’uomo. Al vaglio degli investigatori diverse ipotesi, tra cui quella di un incidente in mare o di un atto criminale. Al momento l’unico elemento certo è che si tratti di resti ossei di un uomo considerato il numero ed il tipo di scarpa indossata dalla vittima e trovata ancora legata all’arto. Si tratta di una scarpa da ginnastica. Il fatto che il calzino e la calzatura sportiva siano stati ritrovati non particolarmente erosi, nonostante l’azione del mare, lascerebbe presupporre che i resti appartengono ad una persona deceduta recentemente. Non è esclusa neppure l’ipotesi che possa trattarsi di un migrante morto nel Mediterraneo, durante una delle tante traversate verso l’Italia. Nella rotta del Mediterraneo, infatti, nel corso dell’ultimo anno migliaia migranti sono stati dichiarati dispersi.
Nessuna ipotesi però viene tralasciata per
fare luce su questa inquietante scoperta. i militari sono a lavoro per individuare ogni eventuale circostanza che abbia potuto portato a questo tragico epilogo. È stato ascoltato anche il turista tedesco che ha segnalato il ritrovamento. L’uomo era
ancora provato. Ha raccontato ieri mattina approfittando del bel tempo stava passeggiando sulla spiaggia con il suo cane.
Così come tante altre volte aveva fatto. Ad un certo punto il cane ha iniziato ad abbaiare richiamando l’attenzione del padrone.
Quando l’uomo si è avvicinato al cane , ha fatto la tragica scoperta. Dinanzi ai suoi occhi c’erano i resti ossei legati alla scarpa da ginnastica. Il turista tedesco non ha esitato a denunciare il macabro ritrovamento avvisando le forze dell’ordine. Immediatamente quindi è scattata la segnalazione al 112 ed i carabinieri della locale stazione si sono precipitati sul posto. La notizia che rapidamente si è diffusa nella tarda mattinata di ieri ha incuriosito ma allo stesso tempo scosso la comunità locale. In molti hanno raggiunto la spiaggia dove erano in
corso le indagini dei carabinieri probabilmente anche curiosi di vedere i resti ossei prontamente portati via, dopo le formalità di rito, dalle forze dell’ordine. Ora la comunità resta in trepidante attesa di ulteriori sviluppi che possano chiarire le circostanze di questo inquietante rinvenimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *