Continua senza sosta l’azione repressiva a tutela del mercato dei beni e dei servizi da parte della Guardia di
Finanza del Comando Provinciale di Salerno che, soprattutto in vista delle festività pasquali, ha intensificato
l’attività di controllo del territorio con lo scopo di contrastare il commercio di articoli non sicuri e
potenzialmente pericolosi per la salute degli acquirenti.
Nell’ambito dei predetti interventi, le Fiamme Gialle della Compagnia di Cava de’ Tirreni hanno rinvenuto, in un
esercizio commerciale di Baronissi, circa 170.000 prodotti, privi delle necessarie certificazioni, delle indicazioni
e delle avvertenze per l’uso, in lingua italiana, previste dalla normativa in materia di tutela del consumatore
nonché non conformi agli standard di sicurezza.
La merce, posta così sotto sequestro e sottratta al circuito di vendita, oltre ad articoli per la casa, riguardava
materiale di cancelleria, accessori vari e materiale elettrico nonché gadget a tema pasquale, pronti per essere
commercializzati per le imminenti festività.
L’esercente, un uomo di origine asiatica, è stato così segnalato alla competente Camera di Commercio per
l’irrogazione delle previste sanzioni amministrative.
La Guardia di Finanza conferma la costante attenzione volta a contrastare la vendita di prodotti non genuini e
non sicuri che da sempre danneggia il mercato, sottraendo opportunità e lavoro alle imprese che invece si
attengono ai rigidi dettami delle normative comunitarie e nazionali di settore, introducendo in commercio articoli
di qualità che nel rispettare gli standard di sicurezza imposti tutelano fattivamente la salute dei consumatori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *