POLLICA. Tentativi di truffa online anche nel Cilento attraverso sms inviati da presunti figli che invitano ad essere richiamati su un numero nuovo. A denunciare il tentativo di truffa è una ragazza di Pollica che ha ricevuto sul cellulare il seguente messaggio: “Ciao Mamma, mi è caduto il telefono e ora è rotto..Questo è il mio nuovo numero, quindi puoi salvarlo e scrivermi su WhatsApp?”. La signora, giustamente, non ha risposto, rendendo noto il fatto con l’obiettivo di avvisare concittadini e non solo a non cadere nella trappola. Tale truffa online gira già da qualche tempo, prendendo di mira soprattutto i meno avvezzi alla tecnologia. Ovviamente, i messaggi vengono mandati a raffica su più numeri di telefoni, cercando così di riuscire a truffare le persone più deboli come gli anziani. Come funziona la truffa? Arriva un messaggio sul cellulare che invita la presunta mamma a mandare un messaggio sul nuovo numero. Che cosa succede dopo? I truffatori sostengono di aver bisogno di denaro per riparare il telefono o per affrontare un’emergenza improvvisa, chiedendo di effettuare operazioni bancarie a proprio favore. Un’altra variante della truffa include un messaggio con un link, spesso accompagnato da una richiesta di contatto su un “nuovo numero” a seguito di un presunto incidente con il telefono del mittente. Seguendo il link, le vittime vengono reindirizzate ai truffatori che, spacciandosi per i loro figli, chiedono dati personali o aiuto per pagare bollette, sfruttando la fiducia e la preoccupazione dei genitori. La Polizia Postale ha dedicato una pagina sul suo sito istituzionale per educare il pubblico su queste truffe. Sottolinea come le truffe attraverso le applicazioni di messaggistica siano in aumento e come spesso si presentino come messaggi innocui, ma con lo scopo malevolo di carpire dati personali. L’invito è a non rispondere a tali messaggi, cancellare la conversazione e eliminare il numero dalla rubrica se salvato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *