Ha fatto tappa ieri a Roma presso la sede dell’ANCI, il progetto di TIM Enterpriseideato per la Pubblica Amministrazione con le soluzioni digitali più avanzate per costruire le città intelligenti.

Il Sindaco di Vallo della Lucania Antonio Sansone, che ha partecipato all’iniziativa, riscontrando l’apertura ai medi e piccoli comuni d’italia, ha perorato la proposta di una tappa di presentazione del progetto a Vallo della Lucania, per superare il  divario digitale in vaste aree del paese riconosciute dall’UNESCO patrimonio del mondo ed in particolare per accelerare i processi di connettività e innovazione del Cilento nei settori della sicurezza, accessibilità e servizi alle persone, tra cui il progetto del Tecnopolo della Biodiversità a Vallo della Lucania.

Nell’occasione Elio Schiavo, Chief Enterprise & Innovative Solutions Officer di TIM,  di origini Vallesi, ha salutato con piacere la presenza del Sindaco della sua città di provenienza, ribadendo il ruolo che possono svolgere le nuove tecnologie nei comuni italiani:Siamo convinti che in pochi anni assisteremo ad un processo di trasformazione importante delle città perché queste adotteranno servizi innovativi che miglioreranno il dialogo con i cittadini, i processi delle amministrazioni, i trasporti e la sicurezza. Questo grazie alle nostre piattaforme digitali innovative che integrano Intelligenza Artificiale, IoT, cloud, cybersecurity, connettività 5G e fibra, integrando le migliori tecnologie proprietarie e i contributi di startup, scaleup e del mondo dell’innovazione. In tutte le città la tecnologia rivestirà un ruolo fondamentale per valorizzare anche la dimensione culturale e artistica dei luoghi, perché la bellezza e la storia delle città italiane possono avere una nuova vita e nuove prospettive proprio grazie all’innovazione”.

Il presidente dell’ANCI e sindaco di Bari Antonio Decaro, dal canto suo, ha dichiarato: Digitalizzare significa colmare il divario digitale a livello infrastrutturale che caratterizza i nostri comuni e su cui stiamo lavorando, anche grazie ai fondi PNRR e alle sinergie con i partner privati come TIM, ma vuol dire prima di ogni cosa migliorare i servizi e la qualità di vita dei cittadini, semplificare e velocizzare la PA locale e contribuire allo sviluppo e alla crescita delle città. Per i Comuni e per gli enti locali la transizione digitale e l’investimento in tecnologia è la vera sfida per il futuro. Il percorso che ANCI ha condiviso con TIM ha inteso fornire ai Comuni gli strumenti per consentire agli amministratori pubblici di assumere decisioni efficaci in grado di generare valore e opportunità per i territori. E’ un percorso che non si è ancora concluso e che come ANCI continueremo a sostenere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *