La Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Salerno, nell’ambito di interventi mirati al contrasto del commercio di articoli non sicuri e probabilmente pericolosi per la salute degli acquirenti, ha sequestrato circa 2milioni di prodotti.

In particolare, le Fiamme Gialle della Compagnia di Scafati hanno rinvenuto e posto sotto vincolo cautelativo, in un esercizio commerciale del centro scafatese, merce priva delle necessarie certificazioni, delle indicazioni e delle avvertenze per l’uso, in lingua italiana, tutte prescrizioni previste dalla normativa in materia di tutela del consumatore.

Si tratta soprattutto di oggetti utilizzati per la maggior parte per la creazione di bijoux con la tecnica “wire”, tecnica basata sul confezionamento di gioielli artigianali realizzati manualmente tramite l’avvolgimento del filo metallico (argento, oro, rame, alluminio e metalli silver plated).

I prodotti posti sotto sequestro, tra cui pietre onice, laviche, tipo corallo e vetro nonché accessori vari, pronti per essere commercializzati agli occasionali clienti, sono stati cautelati a norma di legge e ritirati così dal mercato dell’artigianato.

Il titolare dell’esercizio, di origine asiatica, è stato così segnalato alla competente Camera di Commercio per l’irrogazione delle previste sanzioni amministrative

La Guardia di Finanza con la sua azione repressiva mette ancora una volta in evidenza la necessità di salvaguardare soprattutto il consumatore finale che, spesso, acquista merce nella convinzione che la stessa sia sicura e certificata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *