Doveva essere una occasione di confronto e dibattito fra il mondo imprenditoriale, istituzionale e politico per affrontare tutti insieme, senza distinzione di colori politici, le sfide e individuare le opportunità di sviluppo per il territorio del Cilento. Una chiamata accorata lanciata dalla neo associazione Terre del Cilento. Invece gli Stati Generali del Cilento che si sono svolti sabato presso Tenuta Punta Galera a Palinuro hanno visto la mancata presenza di amministratori provinciali e regionali. Tutti assenti dal Presidente della Provincia Franco Alfieri al neo consigliere Vincenzo Speranza e al Vice Presidente della Regione Fulvio Bonavitacola.

 

Quest’ultimo era atteso per le conclusioni dei lavori. Non registrata anche la partecipazione dell’onorevole Piero De Luca e dell’assessore regionale al Turismo, Felice Casucci. Tutti invitati e a quanto riferisce l’associazione Terre del Cilento presieduta da Aniello Ciccariello e con portavoce l’ingegnere Giulio D’Arienzo, attesi all’incontro poiché avevano confermato la partecipazione. Delusione tra gli organizzatori e tra molti presenti in sala che hanno letto le assenze, tutte dell’ultimo minuto, quasi come come una disattenzione degli amministratori di centro sinistra alle grandi tematiche poste sul tavolo di lavoro dalla sanità, al turismo alle infrastrutture. Agli Stati Generali non è mancato
il contributi del vice ministro degli Affari Esteri Edomodo Cirielli che impossibilitato a partecipare in presenza si è video collegato. L’incontro, durato quasi quattro ore ha visto gli interventi dei Senatori Antonio Iannone di Fratelli D’Italia, il quale ha concluso con un piccante e apprezzato intervento,Attilio Pierro della Lega, Franco Castiello dei Cinque Stelle, di Alfonso Andria, Simone Valiante, dei vertici dell’Ente Parco del Cilento Vallo di Diano con il presidente Giuseppe Coccurullo e direttore Romano Gregorio, il presidente della Consac Gennaro Maione, tanti i sindaci in sala dal primo cittadino di Centola Rosario Pirrone, Pisciotta Ettore Liguori che ha presieduto i lavori, Ascea Pietro D’Angiolillo , Camerota Mario Salvatore Scarpitta, Buonabitacolo Giancarlo Guercio, Caselle In Pittari Gianpiero Nuzzo, San Mauro Cilento Giuseppe Cilento, Sapri Antonio Gentile e tanti altri. Ad arricchire il dibattito la voce degli imprenditori turistici con Felice Merola presidente dell’associazione Albergatori di Palinuro, Raffaele Esposito presidente di Confesercenti provincia Salerno e Marco Sansiviero presidente nazionale di Fenailp, del professore Felice Vertullo, del presidente della Gelbison Maurizio Puglisi e del direttore del Cugri, Domenico Guida. Una vistosa assenza quella del centrosinistra considerato lo spessore degli argomenti trattati. “Andremo avanti – fanno sapere dall’associazione-
non cambia il nostro obiettivo «di favorire il dialogo e lo scambio di idee tra le istituzioni locali, provinciali, regionali e nazionali, gli operatori sociali ed economici, al fine di sviluppare strategie mirate alla valorizzazione del nostro territorio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *