šŸ”“ Roccadaspide. Accoltella lā€™amico, scattato il fermo per il quindicenne

ƈ scattato il fermo per il quindicenne che martedƬ mattina ha ferito con un coltellino unĀ coetaneo durante una lite scoppiata dinanzi allā€™Istituto Scolastico Parmenide di Roccadaspide.

Il ProcuratoreĀ  per i minorenni di Salerno,Ā  in base agli elementi raccolti dai carabinieri della Compagina di Agropoli agli ordini del Capitano Fabiola Garello, ha disposto per il giovane la misura restrittiva. GiĆ  martedƬ sera ĆØ stato trasferito presso una struttura di prima accoglienza per minorenni situata a Salerno. La notizia del fermo del ragazzo, ha destato non poco scalpore nel centro degli Alburni. Una comunitĆ  giĆ  provata per quanto accaduto martedƬ mattina . Il quindicenne esce da scuola e raggiunge un bar situato nei pressi dellā€™edificio scolastici. Qui inizia a litigare con altro coetaneo. Ad un certo punto spunta un collettino e uno degli studenti rimane ferito. Ad estrarre il coltellino un ragazzoĀ  che voleva porre fine ad alcune dicerie che altri ragazzi portavano avanti nei suoi confronti. A quanto pare da tempo il ragazzo era vittima di continue vessazioni. Ad avere la peggio un coetaneo intervenuto per sedare la lite ma che invece ĆØ rimasto ferito ad un fianco.Ā  Fortunatamente le sue condizioniĀ  non sono gravi. Medicato dai sanitari dellā€™ospedale di Roccadaspide giĆ  martedƬ sera ĆØ tornato a cada. Lā€™episodio ha creato grande sconcerto tra la comunitĆ  di Roccadaspide. I ragazzi coinvolti sono conosciuti da tutti come studenti tranquilli e senza grilli per la testa. La notizia della misura restrittiva per il quindicenni che ha sferrato il colpo ha lascito tutti sorpresi. Il primo cittadino Gabriele Iuliano sin dal primo momento non ha fatto mancare il suo sostegno alle famiglie coinvolte. ā€œUna vicenda triste – ribadisce – entrambi i ragazzi sono state vittime inconsapevoli di un sistema di vessazioni su cui dobbiamo intervenire e lavorareā€.Ā  Saranno le indagini della magistratura a fare luce sulla vicenda. Inevitabilmente lā€™ episodio ha destato sconcertoĀ  anche allā€™interno dellā€™Istituto Scolastico frequentato dai quindicenni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĆ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare le caratteristiche del sito e la tua esperienza di navigazione. Se prosegui la navigazione acconsenti allā€™utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o se non desideri accettare i cookie quando utilizzi questo sito web, visita la nostra pagina  Informativa globale sullā€™utilizzo dei cookie e tecnologie simili.