🔴Lite per un posto auto tra zio e nipote, 70enne in rianimazione

È accaduto a San Severino di Centola. Uno dei due finisce in ospedale con la milza spappolata.

Si contendendo un posto auto. Tra zio e nipote scoppia una furibonda lite. Uno dei due finisce in ospedale con la milza spappolata. Sottoposto ad intervento chirurgico è ora ricoverato in rianimazione.

È accaduto a San Severino nel comune di Centola. Venerdì pomeriggio lo zio e il nipote, entrambi settantenni,  iniziano a discutere su chi deve parcheggiare l’auto in un’area di sosta. Prima una violenta discussione poi dalle parole arrivano alle mani. La lite diventa sempre più furibonda. Ad un certo punto lo zio avrebbe afferrato una mazza iniziando a picchiare di brutto il familiare. Solo l’intervento di altre persone accorse sul posto ha evitato il peggio. Il nipote, che nella lite ha avuto la peggio, con forti dolori è stato accompagnato all’ospedale San Luca di Vallo della Lucania. I sanitari lo hanno portato immediatamente in sala operatoria. Aveva la milza spappolata. Subito dopo l’intervento chirurgico è stato trasferito in sala rianimazione dove resta sotto osservazione. Sulla vicenda indagano i carabinieri della locale stazione. Per l’altro familiare potrebbe scattare la denuncia per aggressione. I militari stanno indagando per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti. Secondo le prime testimonianze la lite è scoppiata per la questione del parcheggio ma pare che tra zio e nipote ci fossero vecchi attriti culminati nella furibonda lite di due giorni fa. La notizia ha scossa la piccola comunità di San Severino di Centola dove i due protagonisti della lite sono conosciuti da tutti. Uno dei due è un ex rappresentante delle forze dell’ordine in pensione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare le caratteristiche del sito e la tua esperienza di navigazione. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o se non desideri accettare i cookie quando utilizzi questo sito web, visita la nostra pagina  Informativa globale sull’utilizzo dei cookie e tecnologie simili.