🔴Festa di compleanno in zona rossa. Scattano 50 multe

Festa di compleanno per un bimbo di un anno.

A Capaccio Paestum il party abusivo finisce sui social e per tutti i partecipanti adulti, una quarantina scattano pesanti sanzioni. Insieme a loro sono stati identificati anche dici minorenni. Un cinquantina di persone in tutto, tra familiari ed invitati, che nonostante le restrizioni anticovid, si sono ritrovate per festeggiare il primo compleanno del bimbo. Una festa organizzata
senza tener minimamente conto delle regole attualmente previste per evitare la diffusione del virus e delle raccomandazioni che quotidianamente arrivano dalle autorità nazionali e locali. I genitori del bimbo hanno organizzato il party invitando amici e familiari mentre la Campania era ancora in zona rossa. E’ bastata una foto sui social per tradirli. gli scatti pubblicati hanno richiamato l’attenzione di molti cittadini . Dopo alcune segnalazioni gli uomini della polizia municipale di Capaccio hanno avviato le indagini di rito e sono risaliti in breve tempo ai responsabili del party. Sanzioni di 400 euro sono scattate per i genitori e per tutti gli invitati adulti identificati, per un totale di 20 mila euro. Il party si sarebbe svolto domenica scorsa. A seguito di alcune segnalazioni, gli agenti di polizia municipale diretti dal comandante Natale Carotenuto hanno approfondito la vicenda risalendo, dagli scatti pubblicati su Facebook e rimossi solo nella giornata di oggi, non solo alla famiglia del bimbo ma anche a tutti gli ospiti presenti. Le foto sono state utili a capire dove si erano svolto i festeggiamenti e da chi erano stati organizzati. Il party così come è stato appurato si è tenuto presso un’abitazione in località Santa Venere, ed avrebbero partecipato anche alcuni invitati provenienti addirittura dalla Puglia.
Gli ospiti sono stati accolti nel giardino di un’abitazione allestita per l’occasione da una ditta privata con un gazebo, sedie e tavolini. Una festa dunque organizzata nei minimi dettagli e senza alcun limite per l’emergenza covid. Anche la ditta che ha provveduto all’allestimento è finita nei guai. La notizia ha sollevato non poche polemiche da parte della comunità locale, considerato anche l’alto numero di casi positivi che si registrano nella Città all’ombra dei Templi. Nell’ultimo bollettino reso noto dal comune risultano 175 gli positivi al Coronavirus con un nuovo caso registrato negli ultimi giorni e ben 10  guarigioni. In tutto sono 458 le persone in quarantena fiduciaria. I controlli assicurano gli agenti di polizia municipale continueranno in maniera serrata su tutto il territorio comunale al fine di garantire il rispetto delle restrizioni anticovid e tutelare la salute dei cittadini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare le caratteristiche del sito e la tua esperienza di navigazione. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o se non desideri accettare i cookie quando utilizzi questo sito web, visita la nostra pagina  Informativa globale sull’utilizzo dei cookie e tecnologie simili.