🔴Pisciotta. Colta da infarto muore in Chiesa durante un funerale

La vittima una 50enne

Partecipa ad un funerale , viene colta da malore, inutili i soccorsi. Spira in chiesa.Il dramma è accaduto ieri pomeriggio a Pisciotta. Rosa Infante,  poco più che 50enne originaria della frazione Caprioli si trovava in chiesa per partecipare ad un rito funebre quando  è stata  colta da un  improvviso malore, probabilmente un infarto,  che non le ha lasciato scampo. La vittima era nella Chiesa Madre dei Santi Apostoli Pietro e Paolo dove il parroco don Franco Giordano stava celebrando la messa per l’ultimo saluto al professore Lucio Palumbo concittadino molto noto a Pisciotta. La celebrazione religiosa era in corso quando la 50enne si è accasciata a terra. Le altre persone presenti hanno fatto scattare l’allarme. In Chiesa sono arrivati i sanitari del 118 con l’ambulanza della Misericordia da Ascea ma il loro intervento si è rivelato purtroppo inutile. Per la donna non c’è stato nulla da fare. Il dramma si è consumato sotto gli occhi impotenti degli altri presenti in Chiesa. Sul posto sono nono intervenuti anche  i carabinieri della Locale Stazione diretti dal Maresciallo Alfonso De Cecco e della comunità di Vallo guidati dal Capitano Annarita D’Ambrosio. I militari hanno effettuato i rilievi di rito ma sul dramma consumatosi all’interno della Chiesa non c’è alcun dubbio. Un malore ha strappato alla vita la giovane donna. È stato infornato il magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Vallo della Lucania che ultimati gli accertamenti di rito ha liberato la salma. Il corpo senza vita della donna è stato trasferito direttamente presso la sua abitazione nella frazione Caprioli. La notizia si è diffusa in poco tempo nella piccola comunità di Pisciotta. La donna era conosciuta da tutti in paese. Persona perbene e sempre disponibile verso gli altri. Una morte assurda consumatasi in pochi minuti nella Chiesa del paese e in un momento già particolare per la comunità locale che stava salutando per l’ultima volta un caro concittadino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare le caratteristiche del sito e la tua esperienza di navigazione. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o se non desideri accettare i cookie quando utilizzi questo sito web, visita la nostra pagina  Informativa globale sull’utilizzo dei cookie e tecnologie simili.