đź”´ Divina, la nonna di Catona spegne le 100 candeline

đź”´La nonnina centenaria di Catona !


Un’intera vita dedicata all’amore e al sacrificio, fondata su valori e sani principi che ormai sembrano andati perduti. Oggi Divina, di nome e di fatto, spegne ben cento candeline poste si una torta di sorrisi e affetto che tutti i familiari, gli ospiti e il personale di “Villa Maria“, dove risiede e viene coccolata, le dimostrano ogni giorno.

Nata proprio il 25 febbraio di cento anni fa sotto al sole di Catona, una piccola frazione di Ascea, Divina fu la prima di otto figli. Una delle tante famiglie ricche di componenti e soprattutto tanto modeste. Soltanto diciassette anni dopo Divina dovette affrontare il primo, grande dolore: la perdita del padre, un anno prima dello scoppio della sanguinosa seconda guerra mondiale. «Si viveva del duro lavoro dei campi ma nonostante ciò siamo riusciti a sopravvivere», ricorda la donna.

Arrivò successivamente per Divina l’amore di Giovanni, un bel giovane che sposò poi nel 1942. Tra i due scoccò immediatamente la scintilla, e tanta fu la volontà di metter su famiglia. Accadde però che Giovanni venne chiamato alle armi nel conflitto mondiale. L’uomo venne fatto prigioniero in Germania e per cinque, lunghi anni Divina non ebbe più sue notizie.

Si temeva il peggio, considerato il periodo storico, ma fortunatamente non fu così, e Giovanni dopo la prigionia riuscì a tornare tra le braccia della sua amata. Da quell’amore  nacquero tre figli, che diedero poi vita a otto nipoti e poi ancora altri dieci pronipoti. Insomma, il calore dei suoi affetti, a Divina, non è mai mancato, anche quando nel 1988 il cielo chiamò a sé l’amore della sua vita, Giovanni.

La vita, si sa, nasconde insidie e imprevisti ogni giorno, e non ha di certo risparmiato sgambetti e dolori a Divina, che ha dovuto salutare una sua amatissima figlia, insieme a due nipoti e a 6 tra fratelli e sorelle. «Come ogni mamma, volevo finire la mia vita con i miei figli, ma ma in questo caso, ahimè, il Signore l’ha voluta con sé», afferma con tristezza Divina.

fonte Battipaglia News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare le caratteristiche del sito e la tua esperienza di navigazione. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o se non desideri accettare i cookie quando utilizzi questo sito web, visita la nostra pagina  Informativa globale sull’utilizzo dei cookie e tecnologie simili.