đź”´Coronavirus, Campania e Toscana diventano rosse, salgono a nove le regioni arancioni

L’anticipazione su Repubblica

Solo cinque regioni restano gialle (Lazio, Veneto, Molise, Trento e Sardegna). Il ministro Speranza verso la firma dei nuovi provvedimenti. In base al monitoraggio della cabina di regia dell’Istituto superiore della sanitĂ  e del ministero della Salute aumenta il numero delle regioni in zona rossa. Sono sette perchĂ© a Calabria, Lombardia, Piemonte, Provincia di Bolzano e Val d’Aosta stanno per aggiungersi, in base ai dati della settimana dal 2 all’8 novembre, Campania e Toscana. Le Regioni in zona arancione salgono a 9 con Emilia-Romagna, Friuli e Marche che si uniscono ad Abruzzo, Basilicata, Liguria, Puglia, Sicilia e Umbria. Restano gialle Lazio, Molise, Trento, Sardegna e Veneto.

La lista deve essere confermata dal Cts. In base all’ultimo Dpcm, il ministro alla Salute Roberto Speranza, dopo aver sentito le Regioni, dovrebbe firmare l’ordinanza con i nuovi provvedimenti.

Con il passaggio al livello massimo di rischio, scatta il lockdown. Se i successivi passaggi dovessero confermare questa decisione, sarà vietato qualsiasi spostamento, in qualsiasi orario, salvo che per comprovati motivi di lavoro, salute, necessità. Chiudono bar e ristoranti sette giorni su sette, mentre restano consentiti l’asporto fino alle 22 e la consegna a domicilio senza restrizioni.

Saracinesche abbassate per tutti i negozi ad eccezione di supermercati, beni alimentari e di necessitĂ , farmacie, tabaccherie, edicole, parafarmacie, lavanderie, parrucchieri e barbieri. Sospese tutte le attivitĂ  sportive ad eccezione delle manifestazioni di interesse nazionale organizzate dal Coni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare le caratteristiche del sito e la tua esperienza di navigazione. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o se non desideri accettare i cookie quando utilizzi questo sito web, visita la nostra pagina  Informativa globale sull’utilizzo dei cookie e tecnologie simili.