🛑 100 CANDELINE PER “NONNA TERESINA”

Valle di Sessa Cilento

🛑 100 CANDELINE PER “NONNA TERESINA”

Di Antonio Migliorino
Risponde alle domande di un cronista durante un’intervista da lei concessa a “Radio Siani – La radio della legalità” per una trasmissione che vede come tema la notoria longevità degli abitanti del Cilento.

La testimonianza di tale gesto viene dalla presente immagine fotografica scattata nel mese di agosto dello scorso anno presso l’abitazione della nostra protagonista.

Ella è TERESINA DELLA GRECA, che oggi raggiunge un traguardo d’inestimabile valore per lei – proprio a voler suggellare l’argomento legato ai longevi – e, nel contempo, di assoluto significato per i suoi familiari nonché per l’intera comunità municipale di Sessa Cilento

La meta è rappresentata dal raggiungimento, da parte sua, delle fatidiche “100 primavere”. Quelle che fanno esclusivamente riferimento all’età.

Difatti, la splendida nonnina, che vive al casale Vicinanzo della frazione Valle, è nata, come oggi, giusto un secolo fa, il 10 novembre 1920, a breve distanza temporale da due eventi che ebbero a caratterizzare il secondo decennio del Novecento.

Parlo della Prima guerra mondiale, conclusasi due anni prima rispetto alla sua nascita, e la nota “Spagnola”, tragica e devastante influenza pandemica («morbo crudele»), la quale stava per essere debellata proprio nel periodo in cui Teresina veniva alla luce.

La Nostra, che nella sua vita si è sempre divisa tra i doveri familiari di moglie e di mamma ed i lavori agricoli nei campi del paese – spesso anche alle dipendenze di proprietari terrieri del luogo – ha trascorso i suoi giorni, fino al suo naturale e meritato riposo da pensionata, sacrificandosi non poco, al fine di allevare i propri figli in modo da garantire loro ogni necessità e di indirizzarli, dignitosamente, verso un futuro votato al benessere.

Tutto ciò avvalendosi anche della responsabile e preziosa forza collaborativa del coniuge, Luigi Pisciottano (deceduto qalche tempo fa), infaticabile lavoratore, altra bella e lungimirante persona, che io ricordo per la sua rettitudine comportamentale e per la sua innata simpatia.

Anche se l’attuale emergenza sanitaria dovuta al Covid-19 non permetterà, a causa delle vigenti normative in materia, di mettere in atto alcun momento di festa a favore dell’arzilla Centenaria, siamo sicuri e certi che in queste odierne ore l’amorevole Teresina è (e lo sarà per l’intera giornata e per sempre) nei cuori di ognuno di noi, vallesi e cittadini dei vari paesi che disegnano il comune di Sessa Cilento.

Pertanto, e seppure solo se idealmente, le porgiamo una dolce carezza e le esterniamo un fragoroso bacio.

Atteggiamenti, questi appena descritti, che, nella circostanza, sono il segno delle nostre migliori e partecipi espressioni augurali, tutte a lei rivolte, ma sono anche sentiti attestati di premuroso rispetto e di perenne stima verso la sua meritevole persona.

Altresì indirizziamo cordiali pensieri augurali pure ai suoi figli, ai nipoti ed ai parenti, gioiosi per tale evento genetliaco.

“Nonna Teresina”, lunga e serena vita!

📷 Archivio fotografico di Antonio Migliorino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare le caratteristiche del sito e la tua esperienza di navigazione. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o se non desideri accettare i cookie quando utilizzi questo sito web, visita la nostra pagina  Informativa globale sull’utilizzo dei cookie e tecnologie simili.