🔴Morte di Nancy, due medici indagati. Lunedì autopsia

Troppe ombre sugli ultimi giorni di vita della giovane studentessa


Sono due i medici finiti sotto la lente di ingrandimento della procura di Vallo della Lucania dopo la morte di Nancy Chirichiello, la ragazza di 21 anni venuta a mancare improvvisamente mercoledì sera a Licusati, frazione di Camerota. Troppe ombre sugli ultimi giorni di vita della giovane studentessa e su quei dolori al petto che aveva accusato e che l’avevano spinta a recarsi in ospedale, al San Luca. Nancy sarebbe morta in seguito ad un arresto cardiaco. Inutili le manovre dei genitori. Non è servito a nulla nemmeno l’intervento dei sanitari che a bordo di due ambulanze sono arrivate a casa della giovane. All’indomani della tragedia, i genitori di Nancy, Franco e Agnese, accompagnati dagli avvocati Carmine Caputo e Marco Colucci, hanno deciso di esporre formale querela ai carabinieri della stazione di Marina di Camerota guidati dal comandante Francesco Carelli. In seguito alla denuncia, la procura ha aperto un’inchiesta e ha iscritto i nomi dei due medici nel registro degli indagati. La famiglia di Nancy vuole conoscere la verità e insieme a lei c’è tutta la comunità di Camerota.

Questa mattina, alle 10.00, la salma di Nancy è stata trasferita dalla sua abitazione alla camera mortuaria dell’ospedale di Vallo della Lucania. La procura ha disposto l’autopsia sul corpo della 21enne. Lunedì, quindi, il medico legale svolgerà l’esame autoptico. I risultati dovrebbero fornire già elementi a sufficienza. Occorrerà comunque scavare tra le carte, ascoltare le testimonianze. La cartella clinica della ragazza è già nelle mani degli investigatori. Il sindaco di Camerota, Mario Salvatore Scarpitta, ha già annunciato che, per il giorno dei funerali, sarà istituito lutto cittadino. Intanto sui social gli amici di Nancy continuano a postare foto e frasi per ricordare la «ragazza dolce dal cuore d’oro, sempre disponibile e sorridente». La morte di Nancy ha gettato la sua comunità nello sgomento. Solo tre mesi fa, alla frazione Marina, un altro giovane, Federico Giuliani, moriva a 32 anni dopo un incidente in moto. Destini che si incrociano, dolori indelebili per tutto il popolo di Camerota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *