🔴Pisciotta: il consigliere comunale D’Alessandro lascia la maggioranza

Enrico D’Alessandro consigliere di maggioranza, eletto nella lista “Il Ramoscello”, da oggi siederĂ  tra i banchi del Consiglio Comunale come indipendente del Gruppo, che lo vede come unico componente, “Insieme per Pisciotta”.

D’Alessandro aveva giĂ  da tempo rimesso le proprie deleghe nelle mani del Primo Cittadino e dopo un periodo da spettatore ha deciso che il percorso nella Maggioranza era ormai giunto al capolinea.
Questa la lettera con le motivazioni, inviata al Sindaco, al Segretario Comunale, al Consiglio ed al Capogruppo di Minoranza:
“La motivazione che mi induce a questa scelta sofferta ma fortemente ponderata è dovuta, dall’aver preso nel corso di questo tempo, nel quale in silenzio ho assistito da spettatore, quella consapevolezza che non vi sono piĂą i presupposti per proseguire l’esperienza politica al fianco della Maggioranza consiliare, poichĂ©, molto distante da alcune vicende amministrative che mi hanno trovato in disaccordo, e dal modo di “fare politica” di alcuni colleghi, che ho difficoltĂ  a condividere e che mi ha creato non pochi imbarazzi. Pertanto, trovandomi oggi demotivato e a disagio, non sarebbe giusto continuare il percorso che la maggioranza sta portando avanti.
 
E’ stato per me motivo di orgoglio l’aver ricoperto il ruolo di Amministratore del Comune di Pisciotta. Sin dal primo giorno ho intrapreso quest’avventura con entusiasmo ed umiltà, il mio percorso politico da Consigliere di maggioranza, ha visto impegnato tutto me stesso, spendendo tutte le mie energie, la professionalità e le competenze per il bene ed il benessere della collettività, consapevole nel mio piccolo e tra molteplici difficoltà, di aver tradotto in azioni concrete ciò che è stato di mia competenza e non, dando con senso di responsabilità ed onestà a questo ruolo di Consigliere Comunale una visione di trasparenza e legalità. 
Mi sia consentito, prima di concludere, ringraziare di cuore tutti coloro che mi sono stati accanto con sincera amicizia, ma soprattutto tutti i cittadini di Pisciotta, Caprioli, Marina e Rodio che hanno creduto in me, conferendomi con il loro voto il delicato e significativo compito di Amministratore.
 
Oggi, i motivi sopraelencati non mi consentono più di esercitare l’importante funzione amministrativa come vorrei e come questo paese e questa comunità merita; ma sono ancora a disposizione del mio paese, della mia gente alla quale sono profondamente legato, ed è per questo che da oggi tra i banchi del Consiglio Comunale con la stessa abnegazione e responsabilità, figurerò come persona indipendente, che vede me come suo unico componente, del nuovo Gruppo “Insieme per Pisciotta”.
 
Quindi, ad un anno e mezzo dalle elezioni, l’Amministrazione Liguori che nei giorni scorsi ha dovuto fare i conti con l’iscrizione nel registro degli indagati del proprio vicesindaco, finito al centro di una inchiesta per il fallimento della Yele, perde anche un consigliere comunale.
Il rischio ora che qualcosa possa ulteriormente cambiare è concreto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *