?Il verde del Parco invaso dai rifiuti: la denuncia dei viandanti su La a via Silente

SEGNALAZIONE DEI VIANDANTI SULLA VIA SILENTE


Conversando via WhatsApp con Simona Ridolfi, Presidente dell’Associazione che gestisce l’ormai noto percorso della via Silente, tre viandanti mostrano tutto il loro disappunto per avere scoperto una micro discarica lungo la dura salita che da Controne porta a Postiglione, sotto ad un bellissimo bosco di querce.
Un’immagine decisamente stridente in qualsiasi luogo, tanto più in un Parco Nazionale che dovrebbe mostrare altre immagini a chi lo attraversa.
Il problema è sempre lo stesso afferma Simona Ridolfi; nei tre mesi estivi, in particolare ad Agosto, Il territorio è fuori controllo. Tutti possono entrare, bivaccare e lasciare spazzatura nei boschi, sulle spiagge, per strada. Quando poi lungo i margini stradali si provvede al taglio dell’erba, la spazzatura viene addirittura trinciata e ridotta così in piccoli pezzi ancora più pericolosi per l’ambiente perché impossibili da recuperare.
E mentre tutto questo si verifica nell’indifferenza generale, il Cilento viene venduto come un luogo illibato.
Abbiamo tutte le carte in tavola per poter accogliere un turismo di qualità, ma bisogna partire da una buona gestione del territorio, altrimenti sarà tutto inutile .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare le caratteristiche del sito e la tua esperienza di navigazione. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o se non desideri accettare i cookie quando utilizzi questo sito web, visita la nostra pagina  Informativa globale sull’utilizzo dei cookie e tecnologie simili.