🔴ANTENNE A VALLO. MIRALDI: DOPO IL CASO PIAGGINE IL PARCO FACCIA CHIAREZZA

Pietro Miraldi sulla questione antenne a Vallo della Lucania:

Leggo con piacere la notizia di oggi 30 giugno 2020 che il Parco Nazionale del Cilento,Vallo di Diano e degli Alburni è risultato vincitore al TAR nei confronti di Vodafone, in quanto la società telefonica non potrà installare alcuna antenna nel territorio del comune di Piaggine, ricadente appunto in area parco. Ebbene, noi a Vallo della Lucania, comune anch’esso ricadente in area parco, abbiamo più antenne installate da anni nel centro cittadino.

Ricordo che nell’aprile 2017 furono raccolte più di 800 firme con una petizione popolare per richiederne la rimozione.

Ricordo anche che in Consiglio comunale, all’unanimità fu votata la proposta del Movimento 5 Stelle, per dare mandato al Sindaco Aloia, affinchè instaurasse un tavolo tecnico con le compagnie di telefonia ed individuare un’area differente dove dislocale le antenne, in particolare quella ubicata in via Canonico di Vietri.

Nel giugno di un anno fa, il Comune di Vallo ha avviato il procedimento amministrativo per definire modi e tempi per la delocalizzazione dell’impianto antenna di via Canonico Di Vietri, dando così attuazione al Piano territoriale della telefonia mobile adottato con la delibera di Consiglio Comunale n. 26 del 19 Ottobre 2009.

Purtroppo però il tempo passa e l’antenna sta ancora lì, nonostante le firme raccolte, le varie interrogazioni e soprattutto il non corretto agire delle compagnie telefoniche, perché non hanno mai presentato le dovute richieste di autorizzazioni, anche nel passaggio dal 3G al 4G, quindi passibili di diffida.

Ora, anche alla luce della sentenza del Tar, faccio appello al Parco del Cilento, Vallo di Diano e degli Alburni, nella persona del suo Presidente dott. Tommaso Pellegrino, affinchè anche qui a Vallo della Lucania si faccia chiarezza e giustizia in merito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *