? Cilento, mappatura delle praterie di posidonia con i carabinieri subacquei

Monitorare lo stato di salute dei parchi marini anche attraverso la mappatura delle praterie di posidonia. E’ uno degli obiettivi del progetto europeo “Sea Forest Life” che vede coinvolto anche il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni con le riserve marine di Santa Maria di Castellabate e Costa degli Infreschi e della Masseta. Le attività sono cominciate proprio in questi giorni con la presenza in zona di personale dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale che, insieme al personale dell’Ente Parco ad Ogliastro Marina, sta provvedendo a svolgere la mappatura. Stanno collaborando anche i carabinieri subacquei della Campania nell’attività di mappatura subacquea delle praterie di posidonia. A garantire supporto e assistenza a terra anche i carabinieri della Compagnia di Agropoli, competente per territorio, guidata dal capitano Fabiola Garello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare le caratteristiche del sito e la tua esperienza di navigazione. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o se non desideri accettare i cookie quando utilizzi questo sito web, visita la nostra pagina  Informativa globale sull’utilizzo dei cookie e tecnologie simili.