?Ascea: il sindaco D’Angiolillo e il presidente Pellegrino incontrano il Ministro Costa

IMPORTANTI NOVITĂ€

Ascea – Riprendono i lavori di mitigazione del rischio di erosione costiera su uno dei lungomari più suggestivi del Cilento. I lavori furono finanziati in seguito ad un accordo di programma, ratificato dalla Regione Campania il 28.11.2003, tra la Regione, la Provincia, l’Autorità di Bacino Sx Sele ed i comuni di Ascea, Casalvelino e Pollica. Un intervento importante e atteso da tempo, bloccato da una serie di intoppi burocratici e da un giudizio con la precedente ditta appaltatrice, che aveva rinunciato a realizzare le barriere a protezione del litorale marino dell’antica Elea, che i romani chiamarono Velia. E’ stato, poi, il coronavirus a bloccare i lavori, per un importo di circa due milioni di euro, che dovevano riprendere, dopo l’appalto alla nuova ditta, già nel mese di marzoscorso.

“Dopo molti anni di impegno per la soluzione di molteplici problematiche -afferma il sindaco di Ascea Pietro D’Angiolillo- è una grande soddisfazione assistere alla ripresa dei lavori di mitigazione dell’erosione costiera, che ha assunto nel tempo rilievi drammatici, sottraendo gran parte dell’arenile alle nostre spiagge libere ed agli operatori turistici. Il nostro impegno non si ferma qui -prosegue il sindaco- avendo già quasi pronto un progetto di manutenzione, di circa 3 milioni di euro, delle barriere marine del litorale di Velia”.

Ascea guarda avanti. E, come conferma il primo cittadino, questa non è l’unica novità che riguarda un territorio ricco di storia, di cultura e di paesaggi di straordinaria bellezza. Il Comune, infatti,insieme al Parco, è pronto a mettere in campo un accordo di programma in relazione ad un progetto di riqualificazione ambientale della fascia costiera località Porticello-Scogliera e di messa in sicurezza delle pittoresche “cale” site dopo la Scogliera. E’ previsto anche il restauro di uno dei simboli del Parco: la Torre del Telegrafo. Ad annunciarlo il presidente del Parco Nazionaledel Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Tommaso Pellegrino, che nei giorni scorsi, insieme al sindaco di Ascea Pietro D’Angiolillo e al direttore del Parco Romano Gregorio, ha incontrato a Roma il ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *