🔴 Morte di Francesca: ricostruzione shock. Oggi l’esame esterno

Francesca Maione, 27 anni , è stata rinvenuta priva di vita nel bagno della propria abitazione dal fratello e dal papà. Cosa è successo tra quelle quattro mura? Per ricostruire gli ultimi istanti di vita della giovane, i carabinieri si sono avvalsi di un esperto e dei vigili del fuoco. Il tecnico, affiancato dagli inquirenti che hanno seguito le operazioni passo dopo passo, ha dovuto effettuare delle verifiche sull’impianto elettrico e idraulico. Il perito ha riscontrato anomalie sostanziali. La scossa elettrica che avrebbe folgorato e lasciato senza scampo la 26enne, sarebbe partita dall’impianto obsoleto e datato, collegato alla caldaia del bagno e avrebbe attraversato il braccio della doccia per finire sul corpo di Francesca.

I carabinieri della stazione di Torre Orsaia, guidati dal maresciallo Domenico Nucera, coadiuvati a livello territoriale dal Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Sapri, comandato dal capitano Matteo Calcagnile, hanno dato il via alle indagini. I sanitari hanno segnalato alcune anomali agli inquirenti. Per questo sul posto sono arrivati anche i vigili del fuoco del distaccamento di Policastro Bussentino e un tecnico esperto che ha sciolto ogni dubbio e fornito agli investigatori elementi utili a chiudere il caso. Francesca è morta folgorata.

Oggi verrà effettuato l’esame esterno sul cadavere. Toccherà al medico legale Adamo Maiese fornire ancora più certezze sugli ultimi istanti di vita di Francesca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *