?Senza mascherina si ribella ai vigili, De Luca: «Cafone, denunciamole»

«Cafone». Non usa mezzi termini, Vincenzo De Luca. E sfodera uno degli aggettivi a lui più cari per apostrofare «le due signore, venute da un Comune della provincia senza mascherina» che, fermate dai vigili urbani sul lungomare di Salerno, «non solo hanno dato prova di cafoneria e di inciviltà, ma pretendevano addirittura di avere ragione». Il governatore della Regione Campania, nel corso del tradizionale appuntamento del venerdì, cita l’episodio che sta facendo il giro dei social «per ripetere l’appello all’uso della mascherina e della distanza sociale».

L’ex sindaco della città di Arechi non risparmia i suoi «complimenti alla polizia municipale di Salerno». E ricostruisce la vicenda ripresa in diversi video amatoriali: «Ma sono cose da pazzi. Si sono rifiutate di dare i documenti di identità, si sono messe a imprecare contro le vigilesse che facevano nient’altro che il proprio dovere a tutela della salute dei bambini, delle mamme e degli anziani». Quindi, l’auspicio: «Mi auguro, ovviamente, che queste due cafone siano denunciate e che siano chiamate a pagare le sanzioni e a pagare anche sul piano penale, insieme con altri signori che hanno inveito contro gli agenti di polizia municipale che facevano nient’altro che il proprio dovere. Mi auguro – conclude il presidente De Luca – che il proprio dovere lo facciano tutti. Tutti gli agenti delle polizie municipali, delle forze dell’ordine».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare le caratteristiche del sito e la tua esperienza di navigazione. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o se non desideri accettare i cookie quando utilizzi questo sito web, visita la nostra pagina  Informativa globale sull’utilizzo dei cookie e tecnologie simili.