🔴AGROPOLI. L’abbraccio di Germana dimessa dal San Luca ai familiari. Nel reparto Covid restano le due infermiere

É stata accolta con un lungo applauso. I vicini di casa tutti sui balconi. Emozionante l’abbraccio con la sorella Clara moglie di Alfonso Migliorino. È tornata a casa Germana Borrelli, paziente di Agropoli che da oltre quaranta giorni era ricoverata nel reparto Covid dell’ospedale San Luca di Vallo della Lucania. La donna, è la cognata del ferroviere deceduto per le gravi complicazioni del virus. Era arrivata al San Luca qualche giorno dopo lo sfortunato 53enne. Per lui purtroppo non c’è stato nulla da fare. La signora Germana è riuscita invece a lasciare il presidio sanitario di Vallo e a riabbracciare i familiari. Prima di essere dimessa ha voluto salutare e ringraziare i medici che l’hanno avuta in cura dal dottore Roberto Viceconte e la dottoressa Francesca Sguazzo del reparto Covid, ai medici Michele Gambardella e Antonino Crocamo del reparto di Malattie Infettive e ancora la Rianimazione con il responsabile Michele Bosco e la dottoressa Rosa Lampasona. Il percorso sanitario della donna non è stato dei più semplici ma i sanitari del San Luca sono riusciti con impegno e professionalità a portarla alla guarigione. Il reparto Covid del San Luca si sta pian piano svuotando. Restano ricoverate solo le due infermiere una di Agropoli, l’altra di San Mauro La Bruca entrambe prossime alla guarigione. L’emergenza coronavirus nell’ultima settimana ha fatto registrate piu luci che ombre con sette guarigioni e un solo caso positivo a Perdifumo su cui si attende l’esito del secondo tampone. Si tratta di una donna rumena di 43 anni. E’ asintomatica ed é risultata positiva al tampone eseguitole durante una visita medica all’ospedale “San Luca” dove era andata per essere sottoposta ad un intervento chirurgico. La donna si trova ora presso il proprio domicilio. I cinque tamponi disposti sui familiari hanno dato esito negativo. Il primo cittadino di Perdifumo Vincenzo Paolillo ha chiesto chiarimenti allunita di crisi regionale. Il sospetto è che possa essersi trattato di un falso positivo. Stessa situazione a Montecorice dove è risultato negativo il tampone di controllo eseguito sul 33enne farmacista risultato positivo al Covid nelle settimane scorse. È il terzo tampone è come il secondo ha dato esito negativo tanto da avvalorare ancora di più le perplessità dei giorni scorsi sulla reale positività del cittadino cilentano. Il giovane sta bene ed ha terminato anche il suo periodo di isolamento. Nei giorni scorsi anche i suoi familiari e la sua compagna sono risultati negativi. Migliora anche la situazione anche ad Agropoli. Nel centro del Cilento costiero è guarita anche una paziente oncologica. In città al momento restano solo 7 i positivi. A Vallo della Lucania guarito un 30enne, mentre è sulla via della guarigione un 60enne, ultimo dei quattro casi positivi. In questa settimana due guariti anche a Vibonati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *