? ASCIERTO, BIANCHI E BOTTI INVIANO UN
MESSAGGIO AUGURALE AL CILENTO

I professori Ascierto, Bianchi e Botti hanno fatto pervenire a tutti i cittadini del comune di Sessa Cilento (di cui Botti è originario) pensieri augurali per l’approssimarsi della Pasqua. Il messaggio è stato inviato ad Antonio Migliorino che ha provveduto a condividerlo con l’intera comunità sessese, sempre più orgogliosa del conterraneo diventato Direttore Scientifico dell’Istituto Pascale di Napoli.

Agli auguri si è aggiunto l’invito a continuare a proteggere sè stessi e il prossimo. I tre luminari, inoltre, hanno rassicurato: “Continueremo ad essere vicini a tutti coloro che sono bisognevoli del nostro supporto”

Sono i nostri tre «Cittadini onorari», i quali, nella prossima estate, nel corso di una solenne cerimonia, saranno pubblicamente insigniti di tale titolo, conferito loro dall’Amministrazione Comunale di Sessa Cilento, presieduta dal sindaco Avvocato Giovanni Chirico.

Essi sono tre illustri esponenti dell’Istituto Nazionale Tumori «Fondazione Pascale» di Napoli, struttura ospedaliera e di ricerca medica impegnata, con i suoi insigni professionisti, nella lotta contro il «Covid-19».

Il Professore PAOLO ANTONIO ASCIERTO, Direttore dell’UnitĂ  di Oncologia Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative, di origini beneventane;

il Dottore ATTILIO BIANCHI, Direttore Generale, nativo di Futani, nel Cilento;

il Professore GERARDO BOTTI, Direttore Scientifico, «orgogliosamente sessese», come egli afferma in ogni occasione.

“Mio tramite – dice Migliorino – , i tre professionisti fanno giungere a tutti noi sessesi, che ormai siamo loro «civici fratelli», un emozionante e significativo pensiero di vicinanza e di stima, arricchito da un cordiale e sincero messaggio augurale in occasione della prossima Santa Pasqua del Signore.

A testimonianza di tutto ciò, una bella immagine fotografica che li ritrae in una posa tutta dedicata a noi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *