?Videomessaggio del Vescovo Miniero: invito alla Preghiera in famiglia

http://www.diocesivallo.it/videomessaggio-del-vescovo-invito-alla-preghiera-in-famiglia/


Carissimi fratelli e sorelle, 

in questa domenica, come nelle successive fino al 3 aprile, per le disposizioni governative vòlte a contenere la diffusione del COVID19, non è possibile riunirsi in assemblea, come la Chiesa ha fatto con fedeltĂ  ininterrotta dal giorno della prima Pentecoste (cfr. Sacrosanctum Concilium 6). Noi pastori della Chiesa dispensiamo dall’adempimento del precetto festivo e vi esortiamo caldamente ad accogliere con responsabilitĂ  le disposizioni così dure, per fare coscienziosamente la nostra parte perchĂ© si creino le condizioni che ne consentano la rimozione.

              Non si è dispensati, però, dal dovere e dal bisogno della preghiera! Vi invito, perciò, a santificare il giorno del Signore rimanendo nelle vostre case e unendovi spiritualmente ai vostri parroci che celebrano privatamente l’Eucaristia offrendola per tutti voi. Con la preghiera personale e, ancora meglio, se possibile, con la preghiera vissuta insieme nella famiglia, ponetevi in comunione con i tanti nostri fratelli e sorelle cristiani che in diverse parti del mondo oggi si riuniscono per celebrare l’Eucaristia, dal momento che tutti noi battezzati formiamo un solo Corpo in Cristo (cfr. 1 Cor 12, 13). La famiglia cristiana, infatti, perchĂ© composta di battezzati, è il piĂą piccolo nucleo di Chiesa, è la Chiesa domestica. Anche per questa piĂą piccola formazione di Chiesa vale la promessa di GesĂą: Â«In veritĂ  io vi dico ancora: se due di voi sulla terra si metteranno d’accordo per chiedere qualunque cosa, il Padre mio che è nei cieli gliela concederĂ . PerchĂ© dove sono due o tre riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro”» (Mt 18, 19-20). Certamente potrĂ  risultare fruttuoso seguire, unendosi spiritualmente in preghiera, le celebrazioni trasmesse attraverso i vari mezzi della comunicazione (TV, diretta streaming, Facebook…), sia del S. Padre, sia nelle reti a diffusione nazionale o locale, sia anche a livello parrocchiale. 

              Per aiutarci a riscoprire la bellezza del pregare in famiglia e nell’attesa di assaporare la gioia di potersi ritrovare insieme in quella famiglia piĂą grande che è la comunitĂ  parrocchiale riunita per l’Eucaristia domenicale, viene qui offerta una forma molto semplice di celebrazione domestica, da realizzare nel momento della giornata che vede riuniti tutti i componenti della famiglia.

              Il triste momento che stiamo vivendo, se da una parte mette a nudo la nostra fragilitĂ , dall’altra ci consente di guardare il cielo oltre le nubi e cogliere la bellezza di sentirci figli di un Padre che ci ama e si prende cura di noi, mostrando la nostra fondamentale condizione di “fratelli”, nel bene e nel male inevitabilmente legati gli uni agli altri. Ci incoraggia l’apostolo Giacomo invitandoci a pregare «gli uni per gli altri per essere guariti. Molto potente è la preghiera fervorosa del giusto» (Gc 5, 16b). 

              Facendo eco a queste parole della Scrittura, non solo incoraggio la preghiera in famiglia soprattutto domenica, ma desidero anche invitarvi caldamente ad aderire all’iniziativa che la Conferenza Episcopale Italiana propone ad ogni famiglia, ad ogni fedele, ad ogni comunitĂ  religiosa di recitare in casa il Rosario (Misteri della luce), simbolicamente uniti alla stessa ora: alle 21 di giovedì 19 marzo, festa di San Giuseppe, Custode della Santa Famiglia (TV2000 offrirĂ  la possibilitĂ  di condividere la preghiera in diretta). Durante il tempo della preghiera del Rosario si chiede di esporre alle finestre delle case un piccolo drappo bianco o una candela accesa.

              Un pensiero di affetto e di gratitudine va a papa Francesco, che ogni mattina con la celebrazione eucaristica ci fa sentire la sua vicinanza in quest’ora di dura prova e noi gli assicuriamo la nostra preghiera in questo settimo anniversario della sua elezione alla Cattedra di Pietro. 

              Non perdiamoci d’animo e perseveriamo nel bene, sicuri che il Signore non ci lascia soli! Ci sostenga l’intercessione della beata Vergine Maria, Madre di Dio e Madre nostra, dei santi patroni della diocesi san Pantaleone e san Costabile e dei Santi patroni delle nostre parrocchie.

Vi benedico di cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare le caratteristiche del sito e la tua esperienza di navigazione. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o se non desideri accettare i cookie quando utilizzi questo sito web, visita la nostra pagina  Informativa globale sull’utilizzo dei cookie e tecnologie simili.