Coronavirus, tampone su una bimba di due anni. Positivo vigile del fuoco venuto in Cilento. Nessun caso ad Ascea

Il Cilento è in piena emergenza coronavirus. A Vallo della Lucania, nella frazione Massa sono ore di attesa per una bimba di due anni e la sua famiglia. Sulla piccola ieri mattina é stato fatto il tampone. L’ambulanza da Salerno è arrivata nella frazione Massa di Vallo. La bimba da qualche giorno aveva febbre e polmonite. Anche una sorella é febbricitante. Stessi sintomi presenta la mamma. Preoccupata la donna ha chiesto l’intervento dei sanitari. A metà febbraio la famiglia Cilentana è stata a Siena per qualche giorno. Da qui la preoccupazione di un possibile contagio. Ogni dubbio potrà essere sciolto nella giornata di oggi quando dal Cotugno di Napoli arriveranno i risultati del tampone eseguito al momento solo sulla bimba. L’intera famiglia comunque già da qualche giorno non esce di casa. Cresce la tensione sul territorio cilentano anche per il caso del vigile del fuoco risultato positivo all’ospedale San Paolo di Fuorigrotta a Napoli. Si tratta di un napoletano di 41enne che da circa una settimana accusava febbre. Non si era spostato né aveva frequentato regioni e luoghi a rischio ma recentemente era stato nel Cilento. Da qui la preoccupazione. Mentre si attende di far chiarezza sui due casi di Agropoli e di chiudere il cerchio dei possibili contatti delle due donne, la professoressa e l’estetista, si presentano altri possibili contagi. Un ragazzo di Ascea di 32 anni è stato in isolamento all’ospedale San Luca di Vallo. Per lavoro era stato alcuni giorni a Napoli. Rientrato ha iniziato a presentare febbre alta e tosse. Il tampone eseguito ieri mattina ed inviato al Cotugnoha dato esito negativo. Il Sindaco Pietro D’Angiolillo aveva subito predisposto la quarantena per il padre e il fratello del 32enne. Ore di attesa anche ad Agropoli. Per il caso dell’estetista sono stati richiesti altri dieci tamponi. Si teme per il contagio. Al momento una cinquantina le persone poste in isolamento. L’estetista, incinta di tre mesi, resta ricoverata al Cotugno. In un post su Facebook ha tenuto a precisare di avere immediatamente comunicato i nominativi delle persone con cui ha avuto contatti. “Sto facendo tutto secondo prassi”. Per fermare il prima possibile il diffondersi del coronavirus il sindaco Adamo Coppola chiede la collaborazione di tutto “Speriamo che il cerchio si chiuda- ha detto – stiamo cercando di frenare la catena del contagio”. Al momento ad Agropoli sono state sospese le attività del cineteatro. Stop anche al mercato. Nessuna limitazione invece per le attività commerciali da frequentare con le dovute precauzioni. Resta alta l’attenzione in tutta la provincia. Nel Golfo di Policastro è risultato negativo il tampone sulla donna di Vibonati che due giorni fa si era presentata al’ospedale di Sapri. Negativo anche tampone del paziente di Torrione di Salerno che mercoledì sera di era arrivato in uno stato febbal Ruggi. Il coronavirus ferma anche il tribunale di Vallo. L’ordine degli avvocati di Vallo dopo l’ordine forense e la Camera Penale, ha deciso per l’astensione dalle udienze. A Vallo stop anche alla stagione teatrale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare le caratteristiche del sito e la tua esperienza di navigazione. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o se non desideri accettare i cookie quando utilizzi questo sito web, visita la nostra pagina  Informativa globale sull’utilizzo dei cookie e tecnologie simili.