Coronavirus: i sanitari non sono appestati. Le parole di Antonio Tomei della direzione sanitaria del San Luca

Ecco il post pubblicato da Antonio Tomei della direzione sanitaria dell’ospedale San Luca alle prese in questi giorni con emergenza Coronavirus.

FORSE È MEGLIO SE STAI LONTANO !!! L’idiozia supera la prevenzione e la paura. Si, è vero questa settimana ho triplicato il tempo dedicato al lavoro per stare a canto ai colleghi e al personale tutto che è impegnato in prima linea nel fronteggiare questa “assurda” emergenza. Colgo l’occasione per ringraziare i colleghi medici, infermieri e ausiliari del Pronto Soccorso del P.O. di Vallo della Lucania che nonostante tutto, anche sotto la pioggia dell’altra notte non hanno smesso di lavorare. Una missione come dice qualcuno. Invece dei ringraziamenti arrivano le “offese” a volte anche senza parole, ma con gesta che forse sono anche più gravi. Abbiamo personale che stato allontanato anche dalla loro famiglia per 14 giorni per salvaguardare anche la vostra incolumità. E poi ti ritrovi ad essere “allontanato” da conoscenti come un appestato. Tranquilli sto lontano adesso, ma facciamo così stai lontano anche dopo che è meglio. Si dorme poco, tremi quando squilla il telefono e in questo momento squilla anche tanto, notti passate a leggere ed applicare circolari e ordinanze tentando di non sconvolgere e danneggiare l’esistente. Un lavoro che anche se cerchi di tenere lontano dalla famiglia diventa difficile, perché basta una telefonata per innescare preoccupazioni anche nelle tue bimbe ( nel mio caso). Be’ io sono pronto a tutto e sono con tutti coloro coloro occupano un ruolo in questa emergenza. Un solo caso è bastato per tenere sulle spine decine di persone per giorni e notti. Grazie anche ai colleghi della Direzione Ssnitaria che senza guardare l’orologio hanno lavorato ininterrottamente per 18 ore per trovare una soluzione ed avere rapporti con forze di polizia,Prefettura e Enti Locali per bloccare una possibile epidemia. Cosa che crediamo da aver fatto con un buon risultato. Nonostante siamo in tanti, personale di Malatie Infettive, Medicina d’Urgenza, Tecnici di Radiologia che devono andare in tenda a fare una radiografia del torace e non per ultimo il personale del Pronto Soccorso, sotto pressione continuamente. Siamo sempre al servizio della collettività comunque vada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *