Agropoli: feto nato morto, la famiglia presenta denuncia

Accertare eventuali responsabilità da parte dei sanitari che hanno seguito la gravidanza di una donna che ha perso il bambino prima ancora che venisse alla luce. È il contenuto della denuncia di una giovane, 25enne di Pisciotta, assistita dagli avvocati Antonio Mondelli e Salvatore Bellomo, presentata presso la stazione dei carabinieri di Agropoli nei confronti del medico e dei sanitari dell’Istituto Clinico Mediterraneo ex Malzoni che l’hanno assistita. Tutto è cominciato lo scorso 22 febbraio quando la donna si è presentata presso la clinica privata per un controllo programmato, a poche settimane dalla data prevista per il parto. A quel punto, però, a seguito di alcuni parametri alti, la decisione dei sanitari di intervenire così non da non rischiare complicazioni durante il parto. Poi, in sala parto, il terribile annuncio sulla morte del bambino. Da qui, lo sconforto per la giovane madre e anche i dubbi su quanto accaduto visto che la stessa non ha avuto problemi durante la gravidanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare le caratteristiche del sito e la tua esperienza di navigazione. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o se non desideri accettare i cookie quando utilizzi questo sito web, visita la nostra pagina  Informativa globale sull’utilizzo dei cookie e tecnologie simili.