New Basket Agropoli torna alla vittoria e accede alle final four di Coppa. Domenica per il campionato c’è Maddaloni

Ritrova la vittoria la New Basket Agropoli dopo due sconfitte, rimediate nella regular season, prima
contro Bellizzi quindi con New Caserta Basket. Quest’ultima, che domenica scorsa, aveva vinto di
misura contro i cilentani, ha invece dovuto arrendersi alla compagine agropolese, che questa sera
ha dimostrato sul campo tutta la voglia di tornare a vincere e a sorridere. I punti utili per arrivare
alla vittoria, sono stati racimolati nei primi due quarti: alla pausa lunga si è andati negli spogliatoi
con un distacco di 24 punti (54-30). Nel prosieguo, coach Lepre ha capito che i suoi ragazzi
rispondevano bene ed ha fatto ruotare l’intero roster. E seppure gli avversari sono riusciti a
recuperare qualche punto, nei due quarti finali, la contesa si è chiusa con un rassicurante 90-79.
Un risultato che fa ben sperare per il prosieguo.
Questo il commento di coach Lepre: «Siamo stati sempre avanti rispetto ai nostri avversari, anche
con scarti importanti. Da qui la decisione di far fare un po’ di minutaggio a tutti. Sono contento
perché le cose che avevamo detto durante gli allenamenti sono state portate a compimento.
Quello di stasera è stato un piccolo passo avanti verso la “guarigione”. Abbiamo ancora qualcosa
da rivedere rispetto ad alcune criticità sui ruoli, ma l’approccio di stasera ci fa ben sperare. Mi è
piaciuto l’approccio, la mentalità e la concentrazione».
Venendo alla regular season, la New Basket Agropoli, domenica 26 gennaio, alle ore 18.00,
affronterà Pallacanestro Maddaloni. Una gara che l’Agropoli deve vincere per ricominciare il
cammino verso la cima della classifica. I presupposti ci sono tutti. «Domenica – sottolinea il coach
– avremo la prima delle due gare casalinghe: contro Maddaloni e poi contro Cercola». Su
Maddaloni dice: «è una squadra giovane ma che ha un gioco molto intenso. Bisogna usare la testa
e i vantaggi che abbiamo in mezzo al campo. Guai a sottovalutarla perché ha vinto con squadre
attrezzate».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *