Bocconi avvelenati, ucciso un cucciolo a Castelnuovo

Bocconi avvelenati, cosparsi in una vasta zona con il chiaro intento di uccidere cani, gatti e qualunque altro animale passasse in zona. E’ accaduto in settimana a Castelnuovo Cilento, in piazza Municipio e in via Roma. C’è anche una vittima accertata, un cagnolino che ha inghiottito del veleno in pieno centro a Castelnuovo Cilento ed è morto tra atroci sofferenze. Sul caso è stata presentata denuncia ai carabinieri forestali che hanno avviato le indagini. Inoltre l’Asl è intervenuta in zona per provvedere alla bonifica. Sul posto anche l’Enpa, delegazione di Vallo della Lucania. I volontari sono rimasti sconcertati per quanto si presentava ai loro occhi. “La zona era cosparsa di metaldeide”, fanno sapere. Si tratta di un veleno per lumache in libera vendita. La metaldeide viene solitamente mischiata in carne tritata, fette di prosciutto o formaggio, pane, ecc…

Il veleno per lumache è uno dei veleni più usati per preparare esche avvelenate. Esso agisce sul sistema nervoso centrale e provoca sintomi che includono convulsioni, dilatazione delle pupille, aumento della salivazione vomito e diarrea. La tossicità acuta della metaldeide è molto elevata e spesso provoca la morte del cane. Il Comune di Castelnuovo Cilento, guidato dal sindaco Eros Lamaida, tramite l’ufficio di polizia municipale ha invitato tutti a fare attenzione. E’ stato inoltre pubblicato un avviso in cui si ricorda che l’uccisione di animali può comportare l’arresto. I cittadini sono stati invitati a segnalare eventuali attività sospette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *