Santo Natale, il messaggio di Auguri del Vescovo Miniero

In occasione delle festività natalizie, il Vescovo della Diocesi di Vallo della Lucania, S.E. Mons. Ciro Miniero invia il proprio consueto messaggio di auguri:

“Carissimi,

“il Verbo si è fatto carne ed è venuto ad abitare in mezzo a noi”(Gv 1,14): questo è per noi il Natale che viene, l’inizio di un era in cui Dio ci parla attraverso l’umanità, quella del suo Figlio fatto uomo. (cfr Eb1,1).“Con l’incarnazione – afferma il concilio Vaticano II – il Figlio di Dio si è unito in certo modo ad ogni uomo… nascendo da Maria Vergine, egli si è fatto veramente uno di noi, in tutto simile a noi, fuorché nel peccato… (Gaudium et Spes, 22).

“Gesù non ci ha salvati con un idea, – commenta Papa Francesco – si è abbassato e si è fatto uomo. La Parola si è fatta carne”. D’ora in poi abbiamo accanto a noi un Dio che percorre i sentieri faticosi della nostra esistenza, che vive, che soffre, che spera con noi.“Solamente nel mistero del Verbo incarnato trova luce il mistero dell’uomo” (Gaudium et Spes, 22).Diciamocelo francamente: “laddove entra in crisi questo pilastro della nostra fede, anche la dignità dell’uomo è messa a repentaglio. È pertanto urgente portare l’uomo di oggi a scoprire il volto autentico di Dio, che si è rivelato a noi in Gesù Cristo” (Benedetto XVI). Pertanto Natale è la festa della fede, ma anche festa dell’amore tra noi. Una comunità cristiana che vuole celebrare con fede e amore il Natale del Signore non si può accontentare solamente di rivestire a festa la propria casa o le vie del proprio paese, ma deve trasformarsi in segno luminoso dell’Amore di Dio. L’impegno è costruire o ricostruire legami di pace nelle famiglie e nella società, offrire gesti di speranza e di perdono, condividere il peso quotidiano degli affanni dei fratelli, ricucire le ferite che lacerano i rapporti personali. Viviamo pienamente la nostra “responsabilità di essere evangelizzatori… testimoniando la gioia di aver incontrato Gesù e il suo amore con concrete azioni di misericordia”(Admirabile signum, 9).

Perciò, carissimi, sarà Natale vero se sapremo tradurre i valori divini in fraternità e contemplare il volto di Dio nei fattezze del prossimo che ogni giorno incontriamo. Vi auguro un Santo Natale e un Nuovo Anno benedetto da Dio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare le caratteristiche del sito e la tua esperienza di navigazione. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o se non desideri accettare i cookie quando utilizzi questo sito web, visita la nostra pagina  Informativa globale sull’utilizzo dei cookie e tecnologie simili.