Il sindaco di Sapri Antonio Gentile lascia il Pd e sceglie Renzi. La lettera a De Luca

Il sindaco di Sapri Antonio Gentile lascia il Pd. Questa la lettera inviata ai vertici salernitani del partito.

Caro Piero, Caro Enzo,
come vi ho anticipato nei giorni scorsi guardandovi negli occhi —con immutata stima e amicizia e ringraziandovi della fiducia accordata— intendo rassegnare le dimissioni da componente della Segreteria Provinciale e dalle Direzioni del Partito Democratico.

Non nascondo che sia una scelta difficile, perché se da una parte c’è un partito nazionale assente e agonizzante, logorato dal correntismo e incapace di dare risposte ai cittadini, dall’altra ci siete voi, che con il governo regionale e provinciale continuate a lavorare bene mostrando la giusta attenzione al territorio e ai cittadini.
Una scelta difficile, inoltre, perché in tutti questi anni ho creduto davvero nel progetto del Partito Democratico, anche quando le ostilità erano tali da farmi sentire un ospite non gradito.

Durante i giorni della Leopolda ho ritrovato serenità, ideali, voglia di fare bene per il nostro Paese; ho insomma riscoperto quelle motivazioni che anni fa mi spinsero a impegnarmi in quella che per me è una delle missioni più belle e nobili del mondo: la Politica.

Oggi il senso di quell’impegno mi pare di poterlo riconoscere solo in Italia Viva ed è per questo che ho deciso di riprendere il viaggio insieme agli amici di sempre su una strada probabilmente più difficile e più impervia, ma l’unica in cui credo.

Sono certo che ci ritroveremo e che insieme ai rispettivi partiti riusciremo, ognuno nel proprio ruolo, a lavorare per il futuro dei nostri Cittadini e sin da subito per riottenere la candidatura del governatore De Luca.
Con affetto, stima e amicizia vi ringrazio; con entusiasmo, coraggio e fiducia vi saluto.

Un abbraccio
Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *