“Alberto Angela, vai a Paestum ma hai dimenticato Velia?”: l’appello di Angela D’Angelo

Alberto Angela di nuovo a Paestum. Ma dove è finito l’appello che gli asceoti e lo stesso sindaco D’Angiolillo avevano fatto tempo fa al noto conduttore televisivo sollecitando la sua presenza nel “tempio dell’ontologia”? Da troppi anni si lotta per il rilancio culturale di Velia, ma anche gli auspici del Senatore Castiello per la realizzazione del museo archeologico rischiano di essere vacui senza una capillare promozione che il comune, in solitaria, non può gestire, abbandonato da troppi anni dal governo centrale. A tal proposito, la giovane Angela, consigliere comunale dice: “La presenza delle telecamere di un programma come quello di Alberto Angela a Paestum non può essere che positiva. Con sensibilitĂ  e precisione il noto archeologo porta all’attenzione degli spettatori, regione per regione, le tante meraviglie che fanno del nostro Paese una terra unica al mondo. Paestum è ricordata dai piĂą per i suoi bellissimi templi, ma confidiamo che Alberto Angela mostri all’Italia anche il resto della cittĂ  antica e dica qualcosa sui recenti scavi intrapresi. Paestum, se vogliamo, può essere considerata una delle porte della Magna Grecia. Ma non dobbiamo dimenticare che è patrimonio dell’UmanitĂ  dell’Unesco insieme al Parco Archeologico di Elea-Velia e alla Certosa di Padula. La forza di questo sito Unesco, a volte scambiata per debolezza, è il convogliare in territorio non di certo ristretto secoli di storia e di tradizione. Velia e Paestum si sono sviluppate in periodi diversi, in modi diversi, e diversi ruoli hanno avuto nella Magna Grecia. Ma Elea senza Paestum non sarebbe venuta al mondo: in modo straordinario Erodoto, nel primo libro delle sue Storie, narra dell’incontro a Reggio Calabria tra un uomo di Posidonia e i Focesi in cerca di una nuova terra. Fu proprio l’uomo di Posidonia a consigliare loro la terra degli Enotri, quella terra che essi sentirono propria come la patria perduta, e che avrebbe dato i natali a due delle piĂą illustri menti del pensiero occidentale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *