Poste: correntisti di Aquara truffati, nei guai la direttrice

La Finanza di Salerno oggi  ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo per equivalente, per un valore pari a circa 266mila euro, emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Salerno, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di una direttrice della filiale di Poste Italiane di Aquara alla quale sono stati contestati i reati di peculato e riciclaggio.

In particolare, l’indagata, carpendo la buona fede di piccoli risparmiatori, ha posto in essere negli anni ripetute azioni illecite e fraudolente su libretti di risparmio e buoni fruttiferi postali che hanno portato in alcuni casi al completo svuotamento e in altri al significativo depauperamento dei depositi, intestati a persone anziane ed in un caso anche ad una persona in gravissime condizioni di salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare le caratteristiche del sito e la tua esperienza di navigazione. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o se non desideri accettare i cookie quando utilizzi questo sito web, visita la nostra pagina  Informativa globale sull’utilizzo dei cookie e tecnologie simili.