Ucciso durante la battuta di caccia da un colpo esploso dal figlio

Incidente di caccia. Muore Martino Gaudioso, 65enne. È successo ieri sera nel territorio di Postiglione, nella zona che collega Postiglione a Scorzo di Sicignano. Due uomini del posto, padre e figlio 34enne, erano a caccia di cinghiale. Entrambi erano su un fermo dei cani. Parte un colpo, il 65enne cade a terra esanime. Il figlio ha immediatamente dato l’allarme.

Sul posto sono giunti i carabinieri del Nucleo operativo di Eboli, comandati dal tenente Massimo Di Franco, che hanno poi effettuato i rilievi per ricostruire la dinamica dei fatti, e il 118. Il medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo. La salma è stata trasportata all’ospedale di Eboli per l’autopsia. Secondo la ricostruzione degli inquirenti i due si erano posizionati in una radura assai fitta. Il 65enne si era appostato in una zona nascosta a monte, mentre il figlio si trovava più sotto, quest’ultimo vedendo del fogliame muoversi e sentendo rumori, intravista una sagoma muoversi tra i cespugli, credendo fosse un ungulato, ha fatto partire un colpo dal suo fucile che ha attinto la vittima deceduta sul colpo. Il giovane è stato interrogato, e sotto pressione ha ceduto, dando poi spiegazione dei fatti. Acclarata la responsabilità del 34enne che è a disposizione dell’autorità giudiziaria. I fucili sono stati sequestrati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *