VIDEO. Vallo ricorda i bombardamenti del 15 settembre 1943

Il 15 settembre 1943, in piena seconda guerra mondiale e nel bel mezzo della Operazione Avalanche, una serie di bombe sganciate da alcuni aerei, fecero piombare nel terrore Vallo Della Lucania provocando morte e distruzione. Furono diciassette le vittime provocate da quegli ordigni, di cui nove erano bambini, mentre 5 rimasero feriti. E domenica scorsa, settantasei anni dopo, nel Chiostro ex convitto dei Domenicani di Vallo della Lucania, l’associazione L’Altra Palestra, con la propria presidentessa Maria Rizzo, ha voluto ricordare quel tragico giorno. Coordinate dalla elaborazione drammaturgica di Franco Formisano, le ragazze dell’Associazione stessa Marina Mautone, Sabrina Molinaro, Mariagabriella Leo, Anna Errico, Mariachiara Musto e Marinella Alessandro, hanno letto le testimonianze di coloro che erano presenti in quel nefasto giorno di metà settembre.  Letture che hanno riportato indietro le lancette dell’orologio del tempo e hanno fatto rivivere la tragedia immane che colpì Vallo della Lucania in quel 1943. Una serata che ha visto anche la partecipazione di Antonella Attanasio, che ha interpretato la canzone “Fiamme” di Giuseppe Palladino, di Lidia Ametrano, Federica Barrella, Antonio Pesca, Pantaleo Tortorella e Raffaele Fierro. Un evento realizzato grazie alla collaborazione di teA (Teatro e Amicizia) e all’Associazione Spio. Patrocinata dal comune di Vallo della Lucania, dalla Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra e dalla Azione Cattolica Italiana.
Diceva Cicerone che: “La storia è testimonianza del passato, Luce di Verità, vita della memoria”. Perché, come la storia insegna, chi non ricorda il passato è destinato, prima o poi, a riviverlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *