VIDEO.Ascea ricorda l’archeologo Mario Napoli. Premio consegnato al figlio Francesco.

Nei giorni scorsi ad Ascea il Mediterraneo Video Festival nel corso del quale è stato consegnato il Premio speciale Medfest 2019  alla memoria di Mario Napoli, uno dei massimi archeologi del Novecento.

Il Premio è stato consegnato al figlio Francesco Napoli nel corso di un incontro dal titolo: “Papà, cosa se ne facevano gli antichi di tutti questi cocci? Mario Napoli e Velia: molto più di un binomio” a cura di Francesco Napoli. Con le sue scoperte, Mario Napoli, nato nel 1915 e scomparso nel 1976, ha segnato gli studi del secolo scorso: le indagini su Napoli greco-romana, la scoperta della Tomba del Tuffatore a Paestum, oltre l’intensa attività sul territorio della Campania e il particolare interesse per le attività museali, ne hanno fatto figura di riferimento per generazioni di studiosi.

A Mario Napoli si deve il ritrovamento del busto di Parmenide e della Porta Rosa, oggi un’icona dell’immaginario collettivo non più solo dell’archeologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *