Il taglio del nastro, poi si china e bacia la terra: Lamaida inaugura il nuovo plesso scolastico

Il taglio del nastro, poi si china e bacia la terra. Così Eros Lamaida, primo cittadino di Castelnuovo Cilento ha inaugurato il nuovo plesso scolastico a Velina.

“I nostri ragazzi sono il presente, sono il qui ed ora, non il futuro. A loro in dono una scuola bella, sicura, ariosa e piena di colori che li aiuterà a crescere ancora meglio per affrontare e superare le sfide future. Voglio ricordare il sacrificio di questa scuola che porta con sé il seme, la vita della scuola materna che fu messa a riposo e dalla quale poi  è nata questa scuola stupenda. Devo e voglio ringraziare tutti coloro che ci hanno seguito. Ringrazio la ditta costruttrice, lo staff tecnico del comune, l’architetto D’agosto in primis e l’architetto Feniello poi. Ringrazio il nostro collaboratore, l’architetto Spinelli che è qui presente, i vigili, Bruno in particolar modo e tutta la macchina amministrativa, i dirigenti scolastici che nel corso degli anni ci hanno accompagnati in quello che era un progetto di riqualificazione della scuola dell’Infanzia che si è invece trasformata in una scuola unica.”

Con queste parole il sindaco Lamaida saluta tutti i presenti alla cerimonia di inaugurazione  e cede la parola al Dirigente scolastico Giuliana Autieri la quale, dopo aver manifestato il piacere di poter inaugurare un nuovo plesso, cosa che non accade tutti i giorni, augura a tutti un buon anno scolastico “che sia sereno e proficuo” e fornisce alcune informazioni di servizio presentando le docenti referenti della scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado. Ad intervenire anche la Dirigente della Scuola statale Istituto Superiore “Ancel Key”, Maria Masella che in questo “passaggio di testimone” afferma: “Noi siamo operatori della scuola. Il nostro compito è stare nel territorio che abbiamo scelto, o che ci è stato assegnato senza avere il timore delle normali ed eventuali problematiche che posso sussistere. Di questa scuola, che ho visto ultimare, ho sempre apprezzato gli spazi, le potenzialità e i colori che dovrebbero appartenere a tutte le strutture scolastiche”.

Al taglio del nastro il Sindaco Lamaida e la Dirigente Autieri che prima del suono della campanella ha accompagnato tutti i genitori nella visita delle nuove aule che ospiteranno 237 giovani studenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *