Caso di stalking nel Cilento: arrestato 56enne

Caso di stalking nel Cilento. Con un’ascia esce fuori di casa per raggiungere la moglie e convincerla a tornare con lui. Un 56enne di Casal Velino finisce prima ai domiciliari e poi in carcere. La vicenda ha inizio nei primi giorni di agosto, la donna una 40enne dopo l’ennesimo litigio familiare decide di denunciare il marito ai carabinieri. Del caso si occupano i carabinieri della compagnia di Vallo della Lucania guidati dal capitano Annarita D’Ambrosio. La 40enne dopo l’ennesima violenza subita dall’uomo si presenta in caserma. Racconta il suo calvario. Da tempo denuncia di subire violenza dal marito. All’ospedale San Luca di Vallo della Lucania riceve le cure del caso e non torna più a casa. Viene accolta ee ospitata in una struttura protetta per le donne vittime di violenza,. Per l’uomo scatta la denuncia. I carabinieri avviano le indagini di rito per appurare i fatti. La coppia ha due figli di cui uno minorenne. Il figlio più grande resta a casa con il papà. Il più piccolo con la mamma. Ed è proprio il ragazzo più grande che una decina di giorni fa telefona alla madre per avvisarla che il marito sta uscendo di casa con un ascia per raggiungerla e convincerla a modo suo di tornare con lui. L’uomo viene intercettato è bloccato dai militari. Finisce ai domiciliari. Diverse volte tenta di evadere probabilmente per raggiungere la moglie. La sua posizione si aggrava nei giorni scorsi quando riesce ad allontanarsi di casa e in bicicletta raggiunge il parcheggio del supermercato dove lavora la donna. Quando la moglie lo vede telefona subito ai carabinieri che nelle ultime settimane hanno continuita ad indagare sul caso. I carabinieri arrivano nel parcheggio, lo fermano e per il 56enne si aprono le porte del carcere di Vallo della Lucania. Resta in cella a disposizione dell’autorità giudiziaria competente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *