Un mese dalla scomparsa di don Antonio Magliacane, amato parroco di Rutino e Matonti

A un mese dalla scomparsa di don Antonio Magliacane la sorella Alfonsina lo ricorda con un messaggio sui social: “Caro mio Antonio, è passato un mese da quando ci hai lasciato. Ieri sera don Antonio ha celebrato per te una Messa e quello che ho potuto notare è che questo vuoto lo viviamo ancora tutti. Penso che sarĂ  così per sempre. Consapevoli, però, che il Paradiso è la tua nuova bellissima casa e tu non sarai mai solo, anzi, hai portato la tua allegria e renderai felici tutti come facevi con noi. TVB”.
Don Antonio era originario di Nocera Inferiore ed aveva 42 anni. Era stato ordinato presbitero nel 2010. La sua morte ha sconvolto le comunità di Rutino e Matonti, di cui era sacerdote, ma anche i fedeli delle altre parrocchie del Cilento di cui il parroco era stato titolare. Il 16 luglio, dopo tanto tempo d’attesa, è stato sottoposto ad intervento chirurgico per il trapianto del fegato. Un’operazione che gli avrebbe dovuto consentire di guarire da una malattia diagnosticatagli da tempo e che invece lo ha portato alla morte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare le caratteristiche del sito e la tua esperienza di navigazione. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o se non desideri accettare i cookie quando utilizzi questo sito web, visita la nostra pagina  Informativa globale sull’utilizzo dei cookie e tecnologie simili.