Creano il panico tra i turisti aggrediscono i carabinieri: fermati due giovani. Uno dei due già arrestato per incendi e violenza

Creavano il panico tra i turisti sul Lungomare di Marina di Camerota, fermati due giovani. E’ accaduto poco dopo la mezzanotte sul lungomare Trieste. I due, un ventenne e un ventunenne, uno originario di Vallo della Lucania, l’altro di Torre del Greco ma senza fissa dimora, sono stati inseguiti da tre carabinieri e fermati non senza difficoltà.Quando i militari della stazione di Marina di Camerota, agli ordini del maresciallo Carelli, gli si sono avvicinati, li hanno aggreditu con spinte e pugni per poi tentare la fuga.

Alla fine sono stati fermati e rinchiusi presso le camere di sicurezza della caserma dei carabinieri di Sapri, a disposizione dell’autorità giudiziaria. Uno dei carabinieri ha riportato ferite al collo e al petto. Per fortuna le sue condizioni non destano preoccupazione.

Il ragazzo di Pisciotta è già noto alle forze dell’ordine. È stato arrestato per gli incendi alle auto a San Nicola di Centola e per maltrattamenti alla matrigna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare le caratteristiche del sito e la tua esperienza di navigazione. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o se non desideri accettare i cookie quando utilizzi questo sito web, visita la nostra pagina  Informativa globale sull’utilizzo dei cookie e tecnologie simili.