Ritorna lo stand L’EREMITA alla II edizione de “Alla riscoperta del borgo antico” presso Eremiti, frazione di Futani

Ritorna lo stand L’EREMITA di Giuseppe Chirico e Fabiana Tenga alla II seconda edizione de “Alla scoperta di un borgo antico”, presso Eremiti, antica e suggestiva frazione di Futani, in via San Nicola da Tolentino. Il 4, 5 e 6 agosto vi aspetta un viaggio unico alla riscoperta del tessuto storico, fatto di chiese, vicoli, archi in pietra e strade percorribili a piedi o in groppa agli asinelli predisposti per i visitatori curiosi di addentrarsi in un percorso più vicino alla civiltà contadina di un tempo.

 

Lo stand L’EREMITA nasce dalla volontà di tramandare i sapori e i profumi della tradizione enogastronomica cilentana. Giuseppe Chirico e la sua famiglia vi faranno assaggiare salumi di vario tipo, piatti fumanti preparati dalla simpatica Fabiana Tenca e, non può mancare, dell’ottimo vino, proveniente dalla cantina di Giuseppe, frutto di antiche tecniche di lavorazione, tramandate da padre in figlio, che lo rendono odoroso e gustoso, adatto ad accompagnare gli affettati col pane esclusivamente casereccio e dare un tocco di brio alle tre serate, durante le quali sarà possibile ammirare la mostra en plen air intitolata al marinaio Francesco Chirico, inaugurata nel marzo scorso nell’ambito del Menevavo Festival.

La storia del marinaio Francesco Chirico viene narrata attraverso vari media, dalla rappresentazione sotto forma di pannello grafico (contenente la riproduzione delle lettere e dei disegni che Francesco Chirico inviava alla famiglia) ai podcast audio, fino ai videoclip.

Chirico combatté durante la seconda guerra mondiale nella battaglia di Capo Matapan. Prima di morire affidò al mare le sue ultime parole, che viaggiarono per undici anni all’interno di una bottiglia prima di raggiungere Villa Simius, a Cagliari, nel 1952. Il messaggio, toccante, era rivolto alla madre e alla Patria, parole di un uomo qualunque che emblematicamente ricordano i giovani cilentani che lasciarono moglie e figli per recarsi al fronte, morendo per una causa ingiusta.

Il 4 agosto vi sarà un laboratorio culinario con le nonne rimitare – Le patate della montagna con cipolle di Eremiti a cura di Angela Mongiello.
Il 5 agosto è attesa per il concerto del maestro Angelo Loia alle 21:30, ma prima ancora escursione con guida Gae sui “monaci basiliani e Francesco Chirico”.
Il 6 agosto passeggiata per le vie del borgo in groppa agli asinelli.

Cultura ed enogastronomia, dunque, all’insegna di una tre sere che vi farà allietare la mente e il palato.
Alle stand L’EREMITA “pane, vino e… tanta allegria”. E anche un pizzico di briosa meditazione tra un bicchiere e l’altro …
Scoprirete il perché…

Nello Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *