Agropoli, 17enne denuncia molestie in ospedale

Va in ospedale con la febbre a 40, chiede una visita al pronto soccorso e poi denuncia il medico per presunte molestie. E’ accaduto la scorsa settimana all’ospedale civile di Agropoli ma i contorni della vicenda appaiono ancora poco chiari.
Tutto ha avuto inizio quando una minorenne, accompagnata dal padre, si è recata al pronto soccorso accusando dolori e febbre alta. Il medico l’ha visitata e durante il controllo l’avrebbe invitata a togliersi gli slip e l’avrebbe palpata nelle parti intimi. Per la giovane quei gesti rappresentavano più di una semplice visita, così quando è uscita dall’ambulatorio ha raccontato l’accaduto al padre.
La questione è immediatamente degenerata. Il medico sarebbe stato anche aggredito. A riportare la calma i vigili urbani di Agropoli, agli ordini del comandante Carmine Di Biasi. Sul posto sono poi intervenuti anche i carabinieri che hanno raccolto la denuncia del genitore della ragazza.
La vicenda è tutta da chiarire; chi conosce il medico che stava svolgendo il suo turno al pronto soccorso lo descrive come una persona seria, scrupolosa e professionale, pertanto l’accaduto ha destato perplessità. La minore è stata subito trasportata all’ospedale ‘San Luca’ di Vallo della Lucania, per esami specifici che avrebbero avuto esito negativo. Il medico di turno, invece, ha negato qualsiasi addebito fornendo una versione in netto contrasto con quella della presunta vittima. Della vicenda è stata subito interessata la Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, che ha aperto un fascicolo d’indagine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *